Nasce il primo Spizzeasy di Bologna

Sotto la pizzeria Teglia di via San Mamolo, un privè per chi ama la buona musica e la buona pizza.

Sopra Teglia, la pizzeria al taglio di Forno Brisa, sotto lo Spizzeasy Paradise Pizza, progetto artistico che comprende la label di musica house di dj Uovo, con il suo immenso archivio di vinili, un brand di street wear e un privè aperto in occasioni speciali, su invito privato.

Siamo in via San Mamolo, la via che i bolognesi percorrono per salire sui colli, da sempre ritrovo pre-serata: l’ambiente è piccolo. Qui, dove una volta sorgeva una falegnameria, la creatività di Davide Sarti - ideatore del progetto, eclettico pizzaiolo del Forno Brisa, visual designer - ha incontrato quella di Dj Uovo, icona dell'house music italiana, tra i fondatori dei Pasta Boys e dj di riferimento nel panorama bolognese.

L’intero ambiente di Teglia Paradise Pizza è il frutto della contaminazione tra cucina, arte e musica: il murales Wall of Fame dello street artist Collettivo FX -che affianca tra i tanti volti quello di Carlo Petrini, Gabriele Bonci, Michael Jackson e Grace Jones – si fonde in un tutt'uno con i colori delle pizze del banco. I Dj, le Nonne, gli Chef e gli altri locali di Bologna che a rotazione animeranno le serate di Teglia, lascieranno in eredità sempre nuove ricette per le farciture delle pizze.

“Teglia e lo Spizzeasy Paradise Pizza, ispirato agli speakeasy del proibizionismo, sono nati dal desiderio di sperimentare, di avere un nostro spazio in cui fare arte, a tutti i livelli, in cui invitare amici musicisti e designer. Per noi è unafactory” racconta Sarti, che ha lavorato per anni al fianco di Gabriele Bonci e oggi prepara pizze in teglia alla romana e classiche tonde, che definisce “puro godimento”: sono pizze estremamente digeribili, colorate e irriverenti.

Per Uovo il progetto Teglia Paradise Pizza è il coronamento delle sue due passioni, musica e cucina:“Il primo vinile prodotto dalla label Paradise Pizza è già sold out, spazzolato via più veloce del mio gusto del mese! E dire che la mia pizza tonda a questo giro è ispirata alla tigella tradizionale dell'Appennino, condita con lardo stagionato di Zivieri, parmigiano reggiano, olio all'aglio e rosmarino...”

Le pizze

Gli impasti delle pizze di Teglia sono fatti usando soltanto farine semintegrali macinate a pietra, riposano a lungo e sono farciti con gusti fuori dal comune, nati sperimentando accostamenti tra le migliori materie prime locali. Il menù è vario e cambia in base alle stagioni: ci sono le pizze classiche (come la boscaiola, la capricciosa o la diavola) e i gusti pensati apposta per esaltare gli ingredienti dei piccoli fornitori di formaggi, salumi, verdure e legumi. Ma il vero marchio di fabbrica sono le pizze ispirate alle ricette regionali e bolognesi in particolare. In menù si trovano la “pizza lasagna”, con impasto di spinaci, ragù, besciamella e parmigiano; quella con crema di parmigiano e mortadella che ricorda il ripieno del tortellino; la “tortellone” con ricotta, ortica, parmigiano e olio alla salvia; quella con purè e cotechino o la preferita dai clienti con ragù bianco di salsiccia e parmigiano.

I miei nonni hanno avuto un negozio di pasta fresca per 40 anni. Io sono cresciuto rubando tortellini e tortelloni crudi dalla bottega: ho cercato di riportare quei sapori sulla pizza. Il momento più emozionante è stato quando mia nonna ha assaggiato le sue ricette sulla pizza: ci siamo commossi entrambi. Lì ho capito come si possa reinterpretare la tradizione, remixandola, dando vita a qualcosa di nuovo, proprio come succede con la musica”.

Maggiori informazioni su Forno Brisa

Capitanato da Pasquale Polito e Davide Sarti, Brisa è molto più di un forno: è un progetto dedicato alla panificazione animato dal desiderio di restituire al pane la sua essenza di “prodotto alimentare”, in grado di far bene ai territori e alle persone.
Il Forno Brisa ha scelto Bologna come scenario in cui lavorare insieme a un team di ragazzi con un’età media di circa 29 anni, che panifica di giorno e non di notte e s’ispira al saper fare di agricoltori, mugnai, vignaioli e scienziati. I Brisa sono un miscuglio evolutivo, come il miscuglio di grani coltivato nei campi di proprietà a Nocciano, in Abruzzo. 
Sfornano quotidianamente pane di grandi formati, realizzato con lievito madre e farine di tipo 2 o integrali, macinate a pietra: ogni pagnotta racchiude una zolla di terra, buone pratiche agricole, molitorie e di lavorazione, oltre che relazioni umane sincere.
Nel 2020 Forno Brisa ha lanciato, sulla piattaforma di MamaCrowd, una campagna di equity crowdfunding da record in ambito food che ha raccolto 357 soci oltre a 1,2 milioni di euro di adesioni. 
È possibile acquistare i loro prodotti in store o sullo shop online: https://shop.fornobrisa.it.

Forno Brisa
Forno Brisa
- via Galliera 34D, Bologna
- via Castiglione 43, Bologna
- via San Felice 91, Bologna
T. +39 051 248556